Gaspare Giacalone

 

Gaspare nasce a Petrosino il 21 dicembre 1969. Laureato in Scienze Economiche e Statistiche a Palermo, in seguito consegue il Master in Business Administration presso la Business School SAA di Torino. E’ consulente per banche d’investimento ed è specializzato in prestiti per grandi progetti. Appassionato e praticante canoista e di sport estremi, non rinuncia quando può a qualche lancio in paracadute. Da sempre impegnato nel sociale, è stato Assessore alle Politiche Sociali e Culturali del Comune di Petrosino nel biennio 94/96. Il suo lavoro lo porta a lavorare in giro per il mondo, prima a New York e poi per ben 13anni a Londra dove lavora come funzionario alla BERS (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo). A Londra si ambienta benissimo ed è uno dei fondatori, poi anche coordinatore, di un circolo “Radio Londra” che diventa presto un punto di riferimento per tanti giovani italiani emigrati a Londra. Anche dalla capitale inglese ricomincia il suo impegno civile e politico, organizzando varie manifestazioni e battaglie. 
 Nel 2011 assieme ai suoi amici di Petrosino, con i quali è in costante contatto da sempre anche se lontani, inizia la battaglia per la Spiaggia di Torrazza, che è la spiaggia del paese, il luogo della sua gioventù, il luogo prediletto di tutti i petrosileni, che rischiava di diventare una spiaggia privata. Nasce così un comitato cittadino “Spiaggia Torrazza Libera”, che vuole assolutamente che la spiaggia – come bene comune - sia libera e per tutti. Gaspare a questo punto sente la necessità di impegnarsi concretamente per la sua terra. Sa che da molti anni il suo Comune vive situazioni di disagio, dove i cittadini non ricevono servizi, molti non pagano le tasse, non c’è la luce in molte strade perchè erano stati rubati i cavi elettrici, non arriva l’acqua nelle case e dove non ci sono speranze di un futuro lavorativo per i suoi giovani abitanti. Tutte queste cose, fanno scattare quella molla che porta alla determinazione di quel gruppo di giovani petrosileni che si stringono attorno al loro amico e al quale danno tutta la loro fiducia nel programmare la sua candidatura alle elezioni comunali del maggio 2012. “Cambia Petrosino” è il nome del movimento. L’entusiamo di Gaspare, di Cambia Petrosino, di tutti i suoi candidati, - giovani che non hanno mai fatto politica - è travolgente. Il programma pone l’attenzione per le tematiche ambientali, per l’agricoltura, Petrosino è il primo comune per superficie vitata d’Italia, ma soprattutto pone al centro di tutto i giovani, a cui rivolge ogni interesse. Le politiche sociali, i lavori pubblici e quelle culturali sono altri settori a cui si dà fondamentale importanza. Tutto questo e l’entusiasmo di Cambia Petrosino, di quel gruppo di giovani così lontani dal vecchio modo di fare politica convince i propri concittadini, convinti anche da questo giovane che da Londra, dove aveva tutto, un ottimo lavoro, lascia per tornarsene al proprio paese. Tanti i media nazionali che si sono occupati di Gaspare, tra cui Agorà Rai3, La7/Piazza Pulita, il Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, L’inkiesta, il Fatto Quotidiano e perfino un documentario in Inglese. Interessati alla storia di questo giovane che al contrario di tanti italiani che vanno via dall’Italia per necessità e per cercare lavoro, ritorna al suo Paese per contribuire cambiarlo. 

Viene eletto Sindaco il 07 Maggio 2012 ottenendo circa il 40% dei consensi su ben altri 4 candidati a sindaco. Nel discorso di insendiamento a Sindaco si rivolge direttamente ai giovani, o come preferisci chiamarli lui i “picciotti di Petrosino”, con queste parole: Non siate più spettatori, non rimanete a guardare. Non aspettatevi più soluzioni che arrivino dall’alto. Ora tocca a noi!

 

Privacy Policy

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

×